« Back to News

Libia-Italia: cosa c’è nel futuro di Eni?

Accordo JIACC

Meeting tra il numero uno del cane a sei zampe, Claudio Descalzi (Eni), con i vertici libici al-Sarraj e Sanalla (Noc).

(Fonte: Formiche.net) Per la prima volta verranno introdotte le fonti di produzione energetica da energie rinnovabili, solare ed eolico. L’annuncio è stato dato in occasione del meeting a Tripoli tra Fayez al-Sarraj, Claudio Descalzi e Mustafa Sanalla. A seguito del Memorandum of Understanding firmato l’anno scorso con Gecol e Noc, Eni ha contribuito non poco al settore power, fornendo parti di ricambio e assistenza tecnica che hanno permesso il ripristino nell’area di Tripoli di una potenza erogata pari 425 MW. La società è attualmente il principale fornitore di gas al mercato locale, interamente destinato ad alimentare le centrali elettriche del paese. Inoltre Eni è il principale produttore internazionale di idrocarburi in Libia. Qui attualmente produce 280.000 barili di petrolio al giorno.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits