« Back to News

Egitto-Italia: nuove licenze e concessioni per ENI

Energia Petrolio Gas JIACC

La licenza esplorativa, denominata Nour, si trova a circa 50 chilometri dalla costa e si estende su un’area di circa 739 chilometri quadrati. Eni prevede di procedere con la perforazione di un pozzo esplorativo nella seconda metà dell’anno. Inoltre il gruppo ha ottenuto l’estensione di due concessioni sempre in Egitto.

(Fonte: Milano Finanza) Le Autorità dell’Egitto hanno assegnato a Eni  una nuova licenza esplorativa nel bacino del Delta del Nilo orientale, nell’offshore dell’Egitto. La licenza esplorativa, denominata Nour, si trova a circa 50 chilometri dalla costa e si estende su un’area di circa 739 chilometri quadrati con una profondità d’acqua che va da 50 a 400 metri. Il colosso italiano prevede di procedere con la perforazione di un pozzo esplorativo nella seconda metà dell’anno. Nour è operato da Eni , attraverso la sua controllata Ieoc. Nella concessione, che è in partecipazione con Egyptian Natural Gas Holding Company (Egas), la società del Cane a sei zampe detiene una quota dell’85%. L’altro partner nella concessione è Tharwa Petroleum. Le Autorità egiziane hanno anche approvato una nuova concessione denominata “Nile Delta” che autorizza l’estensione di dieci anni dell’Abu Madi West Development Lease, dove si trova il giacimento di Nooros, e l’esecuzione di ulteriori attività di esplorazione all’interno di El Qar’a Exploration Lease (64 km2). Inoltre, le Autorità egiziane hanno autorizzato l’estensione della concessione di Ras Qattara per un ulteriore periodo di 5 anni. A seguito di quest’estensione, una nuova campagna di perforazione nei campi Zarif e Faras sbloccherà le restanti riserve di idrocarburi e consentirà ulteriori attività d’esplorazione all’interno del bacino del Deserto Occidentale.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits