« Back to News

Egitto-Italia: nuova scoperta per ENI

Energia Petrolio Gas JIACC

Si tratta di una scoperta a olio nel prospetto esplorativo A-2X situato nel permesso di South West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano.

(Fonte: Milano Finanza) Secondo Fidentiis Eni è il colosso petrolifero che beneficia di più del rally del prezzo dell’oro nero. Eni annuncia una scoperta a olio nel prospetto esplorativo A-2X situato nel permesso di South West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano, a circa 130 Km a Nord dell’oasi di Siwa. Il pozzo è il primo perforato da Eni  sui temi geologici profondi nel bacino del Faghur. Il pozzo è stato aperto alla produzione nelle arenarie della Formazione Dessouky con portate di 2.300 barili di olio al giorno (Bopd) di olio e 11.300 standard metri cubi (Sm3) di gas associato. Il ritrovamento nel prospetto A-2X è il frutto della nuova strategia di Eni  volta all’esplorazione delle sequenze geologiche profonde del bacino di Faghur. Oltre allo sviluppo della scoperta, che richiederà attività di delineazione, Eni  ha in programma, nel breve termine, la perforazione di altri prospetti esplorativi nel bacino del Faghur, limitrofi alla scoperta appena effettuata che, in caso di successo, apriranno un nuovo polo produttivo.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits