« Back to News

Sudan-Italia: intervista all’Amb. Lobasso

Altre News JIACC

Il Sudan, dopo la firma del Comprehensive Peace Agreement fra il Nord e il Sud del Paese, avvenuta nel 2005, e la sua progressiva implementazione, sta diventando un mercato attraente anche per le imprese italiane, vieppiù dallo scorso autunno con la caduta parziale delle suddette sanzioni. Intervista all’Ambasciatore Lobasso.

(Fonte: L’Opinione delle Libertà) Opportunità di investimento vantaggiosi sono nel settore agricolo, e quelli ad esso collegati, industria alimentare, chimico, minerario, farmaceutico, nonché quello delle costruzioni e della produzione dei materiali da costruzione. S.E. l’Ambasciatore Lobasso: “Vi sono grandi possibilità nei mesi a venire. Il Sudan nel settore energetico, idroelettrico, portuale, aeroportuale, ferroviario ha da tempo statuito le sue priorità. Unico grande problema: la mancanza endemica di finanziamenti nazionale e/o internazionali. Un Paese che voglia competere al meglio nelle gare internazionali, che vedono il Sudan come cliente, dovrà presentarsi con un pacchetto che comprenda la sostenibilità finanziaria. La competenza e l’expertise italiani, pur riconosciuti in tutto il mondo, potrebbero non bastare nel momento contingente di necessità fortemente monetaria sudanese.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits