« Back to News

Egitto-Italia: primo impianto “solare-desalinizzatore” di ENEA

Accordo JIACC

Realizzato dall’Enea e basato su un’intuizione del premio Nobel Carlo Rubbia, è stato inaugurato in Egitto un innovativo impianto nel settore delle energie rinnovabili. La struttura è stata inaugurata a Borg El Arab, nei pressi di Alessandria, e si chiama “Mats”, acronimo inglese per “Multipurpose Application by Thermodinamic Solar”.

(Fonte: ANSA) L’iniziativa, finanziata dall’Unione Europea, è stata realizzata dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) in partenariato con Asrt (l’Accademia per la Ricerca Scientifica e Tecnologica egiziana) e altre imprese, italiane ed europee. Si tratta di una centrale sperimentale per la generazione di energia solare termodinamica attraverso una speciale tecnica di concentrazione dei raggi solari. Questa tecnologia venne concepita in Italia da Rubbia quando era presidente dell’Enea. All’evento ha partecipato l’Ambasciatore d’Italia al Cairo, Giampaolo Cantini, insieme ai ministri dell’Elettricità e dell’Università e Ricerca egiziani, rispettivamente Mohamed Shaker e Khaled Atef. Nel suo discorso, l’Ambasciatore Cantini ha sottolineato che “l’invenzione del solare termodinamico a concentrazione da parte di ENEA, che trova per la prima volta applicazione pratica in Egitto, è divenuta una realtà industriale grazie alla cooperazione di alto livello tra autorità e imprese italiane ed egiziane, in un quadro europeo”.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits