« Back to News

(Commento JIAC) Bahrein: +5% settore non oil

News & Data JIACC

Secondo il rapporto trimestrale economico del Bahrain Economic Development Board (EDB), il settore non oil  è cresciuto a un ritmo annuale di 4,7% nella prima metà del 2017.

(Fonte: Al Arabiya) Il forte progresso del settore non oil è stato interamente dovuto alle attività del settore privato, diventato oggi uno dei driver della crescita nell’economia del Bahrein. La crescita non oil nella prima metà del 2017 è stata ampia, con uno slancio particolarmente forte osservato in alcuni settori come l’alberghiero e la ristorazione, ma anche in attività come i servizi finanziari, che hanno registrato un aumento di oltre il 7% su base annua. Inoltre, i settori Trasporti e comunicazioni e Real Estate & Attività commerciali hanno pubblicato solidi risultati.

Per leggere l’intero articolo

Commento JIAC:

Il Bahrein, primo dei Paesi del Golfo ad avere lanciato il concetto di “diversificazione economica”, poiché dotato di limitate risorse energetiche, sta raccogliendo i frutti di una sapiente strategia pluridecennale. Il Bahrein infatti ha lanciato i primi piani economici negli anni ottanta, dopo un lento declino nel settore estrattivo cominciato già dagli anni 1970 (prima ancora di raggiungere l’indipendenza). Non sorprende dunque che questo Paese sia stato poco colpito dall’abbassamento dei prezzi del petrolio del 2014.

In un’intervista a Bloomberg, Khalid Al Rumaihi, CEO del Bahrein Economic Development Board, l’istituzione responsabile di attirare investimenti esteri nel Regno, ha affermato che:”Il petrolio basso per noi è stata una benedizione, poiché ci ha obbligato a proseguire sulla strada della diversificazione”. Secondo le stime, nel 2017 il Bahrein EDB è riuscito ad attirare 700 milioni di dollari di investimenti. Questo record è stato raggiunto anche grazie all’avvio di un progetto con Amazon Web Services, che costruirà una piattaforma logistica regionale proprio nel Regno. Le stime del 2018, per quanto più caute, prevedono comunque che a traverso l’EDB passeranno 300 milioni di dollari di investimenti esteri.

Oggi, il Bahrein è stato eletto il miglior Paese al mondo per gli espatriati, ed è classificato benissimo nel Report Doing Business della Banca Mondiale, dove è al 66° posto nel mondo, secondo Paese arabo dopo gli Emirati Arabi Uniti.

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits