« Back to News

Arabia Saudita: oil surplus fino a marzo 2018

Energia Petrolio Gas JIACC

Alla fine di marzo 2018 il mercato del greggio sarà ancora in surplus, questo è quanto dichiarato dal ministro dell’energia saudita Khaled Al Falih. Nel dettaglio, Al Falih parla di un’estensione sino al termine del 2018.

(Fonte: Commodities Trading) Tra le altre dichiarazioni rilasciate dal Ministro saudita, di rilievo sono quelle sui prezzi del barile, che vedono Al Falih affermare di non desiderare un aumento troppo rapido delle quotazioni del greggio in quanto un evento simile potrebbe influenzare negativamente i consumatori. “Dobbiamo comprendere che a fine marzo 2018 non avremo raggiunto il nostro obiettivo in termini di scorte globali di Petrolio, ossia la media a cinque anni e questo significa che i tagli andranno estesi.  Di fatto abbiamo ridotto di oltre il 50% l’eccesso di prodotto a magazzino, ma rimane da drenare ancora un elevato volume.  Non vogliamo alcun picco di prezzo in grado di sconvolgere il mercato e non vogliamo movimenti di prezzo in grado di influenzare negativamente la domanda. Al termine dell’intervista il ministro Al Falih spiega come le quote di mercato dell’Arabia Saudita godano ancora di ottima salute nonostante la riduzione dei volumi esportati: “Siamo ancora al primo posto in tutti i principali mercati come India, Giappone e Cina anche se le esportazioni negli USA sono state deliberatamente ridotte in quanto si tratta di un mercato in eccesso di fornitura, con gli stessi USA che hanno accesso al greggi canadesi, messicani, venezuelani ed ovviamente allo Shale Oil.  In ogni caso, quando i tagli alla produzione saranno sospesi, probabilmente torneremo negli Stati Uniti per accertarci che i nostri clienti ricevano il petrolio saudita”.

Per leggere l’intero articolo

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits