« Back to News

Il Presidente della JIAC al Primo Forum italo-libico

Si è concluso positivamente il primo Forum Italo Libico svoltosi ad Agrigento ed organizzato dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, e dal Vice Primo Ministro libico Ahmed Maiteeg.

Il Forum è stato un’occasione di approfondimento sulle opportunità che la Libia riserva in settori come energia, infrastrutture, reti di cooperazione economica e finanziaria ed ha riunito per la prima volta i principali rappresentanti dell’imprenditoria, del mondo finanziario e della consulenza italiani e libici nonché i vertici del governo libico. Il Forum ha visto non solo la presenza delle istituzioni e del governo ma anche il coinvolgimento diretto di entità finanziarie, come Unicredit, delle aziende italiane del settore dell’energia, come ENI e Terna, delle telecomunicazioni, Telecom e del settore delle infrastrutture, quali ANAS e Trevi.

Il Presidente della Joint Italian Arab Chamber (JIAC), Cesare Trevisani, , ha partecipato al Forum come relatore nella sua veste di vicepresidente del Gruppo Trevi. Nel corso del suo intervento, durante il quale ha invitato il pubblico a partecipare al Business Forum Italo Arabo del 12 ottobre, si è soffermato anche su tematiche affrontate nel corso di alcuni incontri preparatori organizzati dalla JIAC con i rappresentanti del mondo arabo, e in maniera particolare  con l’Ambasciatore Libico in Italia, Ahmed Safar. Ha ribadito  i concetti che sono alla base dei rapporti con la Libia: pace, sicurezza, sviluppo umano, riforme governative. Concetti punto di partenza delle discussioni e dei dialoghi fra i rappresentanti libici e quelli italiani durante l’evento ad Agrigento.

Un altro aspetto di grande rilevanza nel dialogo fra l’Italia e la Libia è la necessità d’innovazione e la capacità delle aziende italiane di trasferire know how e tecnologie nei settori come salute -con grande potenzialità- così come il settore delle costruzioni.

Attraverso uno scambio virtuoso di conoscenze e buone pratiche fra i due Paesi si manifesta la volontà del governo italiano di consolidare ulteriormente il partenariato bilaterale.

La Libia ha ben chiare le sue nuove sfide: la necessità di integrare le politiche di sviluppo e di mantenere la rotta verso un percorso di sviluppo sostenibile, e l’Italia si conferma un grande alleato nella costruzione e consolidamento della Libia del futuro.

® JIAC 2017 – C.F. 97866940584 - Credits